La Comunità Papa Giovanni XXIII seleziona i candidati secondo propri fattori, accreditati presso il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale. Per conoscere la modalità di selezione dei candidati presso questo ente cliccare qui.

Successivamente alla chiusura del bando volontari in questa sezione sarà possibile consultare le date e gli orari di convocazione alle selezioni di tutti i candidati che hanno presentato la loro domanda ai progetti di Servizio Civile Universale in Italia.

BANDO SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE 2020 – TUTTE LE DATE DEI COLLOQUI DI SELEZIONE PER I PROGETTI IN ITALIA E CON MESI UE

NB: TUTTI I CANDIDATI verranno convocati al colloquio di selezione. L’elenco verrà aggiornato regolarmente, almeno 10 giorni prima della data di convocazione.
Le selezioni si svolgeranno nei mesi di marzo e aprile 2021. Ciascun candidato oltre a consultare il presente elenco, riceverà una email al proprio indirizzo di posta elettronica registrato sul sistema DOL del dipartimento ed acquisito dall’ente.

PROTOCOLLO ANTI COVID

Si rammenta che, per i colloqui effettuati in presenza, il candidato dovrà leggere attentamente e rispettare il protocollo anti covid dell’ente, come previsto dalla circolare del 24 febbraio 2021: “Indicazioni sulle modalità operative di svolgimento dei colloqui degli aspiranti operatori volontari del servizio civile universale”. Per prendere visione del protocollo CLICCARE QUI.

Si ricorda, in particolare, che il candidato dovrà portare un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento del colloquio selettivo in presenza

In conformità con quanto previsto dall’art. 5 del Bando “al fine di assicurare il rispetto dei principi di trasparenza e pubblicità”, sarà possibile assistere ai colloqui di selezione in qualità di uditore avanzando la richiesta all’ente almeno 3 giorni prima, sia per ricevere e sottoscrivere una dichiarazione che impegna l’uditore stesso alla non divulgazione di dati personali che potrebbero emergere durante i colloqui, sia per questioni organizzative.  Inoltre, come indicato dalla circolare sopra citata, l’ente potrà limitare tale partecipazione per rispettare i protocolli anti- covid o garantire una corretta funzionalità dei sistemi telematici.

L’uditore dovrà, per tutta la durata del colloquio, tenere spenti webcam e microfono e NON interagire in nessuno modo, neppure tramite chat, pena l’espulsione d’ufficio dalla stanza virtuale.