BANDO ATTIVO

In data 22/12/2023 il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha pubblicato il BANDO 2023/24, per il quale è possibile candidarsi fino alle ore 14.00 di giovedì 22 febbraio 2024

Per ciascun volontario è previsto un assegno mensile di € 507,30 più un’indennità giornaliera per il periodo trascorso all’estero.

Con l’ass. Comunità Papa Giovanni XXIII sono disponibili 44 posti all’estero.

Con la Comunità Papa Giovanni XXIII sono tante le attività in cui ragazzi e ragazze possono coinvolgersi e sperimentarsi all’estero: dal sostegno a percorsi di autonomia presso comunità terapeutiche che accolgono persone vittime di dipendenze in Cile, Bolivia Romania, al supporto presso case famiglia e centri diurni a minori e persone con disabilità in Zambia, Sri Lanka, Albania e Cile; uscite in strada e servizi di prossimità rivolti a persone senza fissa dimora nei Paesi Bassi, in Germania, Albania e Romania, ma anche a minori che vivono in strada in Kenya. Gli operatori volontari che prestano servizio civile con la Comunità Papa Giovanni XXIII vengono denominati e riconosciuti come “Caschi Bianchi” il cui servizio è particolarmente caratterizzato da alcuni aspetti legati alla difesa dei diritti umani, alla rimozione delle cause che creano ingiustizia, all’intervento nonviolento.

COME PARTECIPARE

Ogni anno il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale, emana il “bando volontari”, della durata di un mese. In questo tempo gli aspiranti operatori volontari possono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone.

  • I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede. 
  • I cittadini di Paesi appartenenti all’Unione europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, se non avessero la disponibilità di acquisire lo SPID, potranno accedere ai servizi della piattaforma DOL attraverso apposite credenziali da richiedere al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente nella modalità on line sopra descritta.  È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un’unica sede, da scegliere tra i progetti elencati nel bando e riportati nella piattaforma DOL.

Per maggiori informazioni consulta la Guida per la compilazione e la presentazione della Domanda On Line con la piattaforma DOL.

REQUISITI NECESSARI

Possono partecipare al bando i giovani in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  • aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Inoltre, in aggiunta ai tre requisiti sopra elencati, possono essere richiesti specifici requisiti in relazione alla specificità delle azioni previste nei singoli progetti o alle singole situazioni degli operatori volontari. Pertanto ai giovani è richiesto di leggere attentamente l’Art. 2 (Requisiti di partecipazione) e l’Articolo 3 (Ulteriori indicazioni per la partecipazione) del Bando  e i singoli progetti per verificare l’eventuale richiesta di requisiti aggiuntivi.

Tutti i requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:
  • appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;
  • intrattengano, all’atto della pubblicazione del presente bando, con l’ente titolare del programma, del progetto ovvero con l’ente di accoglienza rapporti di lavoro, di collaborazione o di stage retribuiti a qualunque titolo;
  • abbiano intrattenuto con l’ente titolare del programma, del progetto ovvero con l’ente di accoglienza rapporti di lavoro, di collaborazione o di stage retribuiti a qualunque titolo di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando;
  • abbiano già prestato il servizio civile nazionale ovvero abbiano già prestato o stiano prestando il servizio civile universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, salvo quanto previsto nei capoversi precedenti.

LE TESTIMONIANZE DEI VOLONTARI

Camminare insieme

Il racconto di Elisa sulla sua esperienza a Marituba, in Brasile, tra strade allagate, aiuto reciproco, senso di comunità e minori svantaggiati che trovano un luogo accogliente in cui esprimersi, camminando insieme

La scuola è un diritto per tutti?

Attraverso il loro servizio civile, Lorenzo, Francesca e Valeria sono venuti a contatto con il sistema scolastico in Kenya, molto differente da quello italiano per modalità e, soprattutto, accesso all’istruzione di base: ce lo raccontano in questo articolo

Perdere il feyentún: la lotta per preservare l’identità mapuche nelle carceri cilene

Il racconto di un incontro con dei detenuti mapuche, il racconto della lotta per preservare l’identità mapuche nelle carceri cilene

I sorrisi che parlano

Scopri le attività che costellano l'esperienza di Servizio Civile a Ndola, in Zambia con il racconto di Manuela che ci fa immergere con l'immaginazione nella vita dei ragazzi che incontra tutti i giorni nel Cicetekelo Youth Project

Al di là del mare

In Albania molte donne restano intrappolate in situazioni di violenza domestica o in contesti in cui la loro possibilità di scelta è molto ristretta. Il racconto di Carola che, grazie all’esperienza di Servizio Civile, sta vivendo a Scutari in una casa per donne per cui la scelta non è sempre stata un’opzione

La banalità del bene

"Fra tutti i posti che ho frequentato nel mio anno di servizio civile in Romania, quello che mi è rimasto più a cuore è stato Ferentari. È il peggior quartiere di Bucarest, il “ghetto” dove rimangono intrappolate tantissime persone, quasi tutti rom, la maggior parte tossicodipendenti e molti bambini, figli di persone spesso insufficienti a sé stesse". L'esperienza di Filippo

Investire nei bambini è piantare un seme di amore per il futuro

A Medina, in Brasile, si incontrano tutti i giorni tanti bambini e adolescenti del circondario, per molti di loro frequentare i centri diurni del progetto è una possibilità per sfuggire alla microcriminalità, alla prostituzione, per sperare in un futuro migliore

Le catene dell’indifferenza

Nelle carceri cilene di Temuco e Concepcion va avanti da oltre 80 giorni uno sciopero della fame dei detenuti mentre le istituzioni restano in silenzio, anche di fronte all’aggravarsi delle condizioni di uno dei detenuti che si trova ammanettato ad un letto d’ospedale

Buon compleanno Jorge!

Un racconto su Jorge, un componente della casa di Santiago del Cile in cui ogni anno vivono i Caschi Bianchi che partono con l’APG23 che quest’anno è diventato come un fratellone per le volontarie