I Corpi Civili di Pace (CCP) sono giovani volontari e volontarie italiani impegnati nella prima sperimentazione triennale di interventi civili di pace italiani.

Gli Interventi Civili di Pace si configurano come azione civile, non armata e nonviolenta di operatori professionali e volontari che, come terze parti, sostengono gli attori locali nella prevenzione e trasformazione dei conflitti. L’obiettivo degli interventi è la promozione di una pace positiva, intesa come cessazione della violenza ma anche come affermazione di diritti umani e benessere sociale.

Si impegnano a rispettare i seguenti principi etici: nonviolenza, ownership locale, terzietà nel conflitto, indipendenza, diritti umani, non discriminazione ed equità di genere, responsabilità (accountability), trasparenza e integrità.

La legge n. 147 del 2013 (Legge di stabilità 2014) ha previsto l’istituzione in via sperimentale di un contingente di corpi civili di pace destinato alla formazione e alla sperimentazione della presenza di 500 giovani volontari da impegnare in azioni di pace non governative nelle aree di conflitto o a rischio di conflitto o nelle aree di emergenza ambientale. La sperimentazione, iniziata nel 2016 e tutt’ora in corso, si realizza secondo la normativa del servizio civile nazionale.

COME PARTECIPARE

Essendo una sperimentazione, il bando volontari non ha una cadenza di uscita regolare. Una volta che il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale emana il “bando volontari”, i giovani interessati possono presentare la domanda di partecipazione seguendo le indicazioni contenute in ciascun bando.

Si riportano di seguito, al solo scopo informativo, i requisiti richiesti dall’ultimo bando volontari, pubblicato lo scorso aprile 2019. 

REQUISITI BANDO 2019 (scaduto)

  • cittadinanza italiana, ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purchè regolarmente soggiornante in Italia
  • aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo (28 anni 364 giorni) alla data di presentazione della domanda
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovverso ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materiale esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata
  • essere in possesso almeno di un titolo di studio di scuola secondaria di secondo grado
  • essere a conoscenza della lingua inglese al livello B2 e di una seconda lingua straniera funzionale al progetto

Non costituiscono cause ostative alla presentazione della domanda di servizio per i Corpi Civili di Pace:

  • aver già svolto o interrotto il servizio civile nazionale/universale
  • aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • appartengono ai corpi militari ed alle forze di polizia
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto rapporti nell’anno precedente di durata superiore ai 3 mesi

PROGETTI

SELEZIONI

In questa sezione, successivamente la chiusura del bando volontari, verranno pubblicati le date e la convocazione ai colloqui di selezione

GRADUATORIE

In questa sezione, successivamente alla conclusione delle procedure selettive, verranno pubblicate le graduatorie