Le impronte della bellezza

“Entrando in case lontane e buie per imparare a riconoscere la bellezza che abita ovunque, specialmente nelle vite più dolorose”. Questo è il filo conduttore del racconto di Angela e Francesco, nella loro esperienza con la Comunità Papa Giovanni XXIII ad Iringa, in Tanzania

“Come i pesci del mare cominciarono a pensare”

Un anno di servizio civile può essere anche un anno di tutela, promozione e sensibilizzazione del patrimonio storico e culturale nazionale. Le volontarie del progetto “2021 INSIEME SI È FORTI” in Calabria ce lo raccontano con un video

Il mio anno da sballo

L’esperienza di Linda, volontaria in servizio civile con la Comunità Papa Giovanni XXIII, nutrita da una forte empatia che la aiuta confrontarsi con i pregiudizi. Uno sguardo che parte dalle piccole cose fino ad arrivare al cuore dell’uomo, sempre fonte di meraviglia e benevolenza

Le fragilità nascoste nel ricco nord Europa

“E tu ci sarai? Ti aspettiamo”. È un invito pieno di gioia quello che ci arriva da Cecilia e Safia, caschi bianchi nei Paesi Bassi che ci aprono le porte del loro servizio civile, invitandoci a porre lo sguardo sulle povertà invisibili

Al “Calabrone”, un anno per la costruzione del bene

Hanatou, volontaria in Veneto, a Legnago, ci racconta con un video il suo servizio civile con la Comunità Papa Giovanni XXIII presso la cooperativa “il Calabrone”

Lo spazio di un giorno: cronaca di una giornata al centro diurno

Anna, Silvia e Gabriele ci raccontano una giornata tipo al centro diurno “Santa Chiara” di Fossano, in provincia di Cuneo, fra attività creative, momenti di condivisione e l’assunzione di responsabilità che fanno maturare

La valigia dei sogni

Attraverso un’intervista, Nicole ci racconta la storia di Luigi che vive in una delle case della Comunità Papa Giovanni XXIII per i senza fissa dimora, la Capanna di Betlemme, a Forlì. Le sua storia ci ricorda che non è mai troppo tardi per la speranza e che la vicinanza degli altri ci aiuta a coltivarla

“Chi aiuta gli altri aiuta se stessi”: il mio servizio civile

Un sorriso disarmante e il linguaggio universale dell’accoglienza hanno aiutato Sara a sentirsi protagonista nell’incontro con una cultura diversa, nel corso del suo anno da volontaria in servizio civile in Piemonte

Esserci

Attraverso il Servizio Civile in Camerun, Carlotta sperimenta una chiara consapevolezza che la eleva a una nuova considerazione delle relazioni e la aiuta a sentire che “ogni giorno è una scoperta, ogni giorno è un dono”

Essere italiani: due storie, due significati

Due storie, due opportunità, Maia ci propone una riflessione che nasce da due differenti storie di immigrazione e approfondisce i diversi requisiti per essere considerati cittadini italiani.